WACC: cos'è e come calcolare il costo medio ponderato del capitale | Rankia: Comunità finanziaria

WACC: cos’è e come calcolare il costo medio ponderato del capitale

WACC: cos'è e come calcolare il costo medio ponderato del capitale? Nel mondo degli affari moderno ci sono molti aspetti finanziari da coprire e determinare. Ad esempio, sapere qual è il capitale investito, qual è il costo ponderato di un nuovo progetto, ecc. Oggi parleremo di “WACC, cos'è e come calcolare il costo medio ponderato del capitale”.

WACC: cos'è e come calcolare il costo medio ponderato del capitale

Cos'è il WACC e come viene calcolato?

Il costo medio ponderato del capitale, in base ai suoi cicli in inglese WACC (Weighted Average Cost of Capital). Ci permette di determinare qual è il costo del capitale di un'azienda o di un progetto tenendo conto della percentuale di contributo di ciascuna delle fonti di capitale.

Vediamo come viene calcolato e quali sono i suoi utilizzi più frequenti.

Per il calcolo del WACC, avremo bisogno di 5 variabili;

  1. Valore del capitale o delle attività della società
  2. Il valore totale delle passività finanziarie con costi.
  3. Il costo del capitale.
  4. Il costo della responsabilità finanziaria
  5. L'aliquota fiscale.

Con queste 5 variabili o componenti, possiamo creare la seguente formula:

Debito / capitale proprio;

Essere;

Kd: il costo del debito ed è calcolato come media ponderata dei tassi di interesse della passività finanziaria.

Esempio; Supponiamo che un'azienda abbia 3 crediti, il primo di 20 milioni ad un tasso di interesse del 10%, il secondo di 30 milioni al 12% e uno di 50 milioni all'8%, quindi il Kd è 9,6

Dall'operazione sopra, possiamo dedurre;

Il credito di 20 milioni rappresenta il 20% (0,2) dell'indebitamento, paga un tasso del 10% al quale contribuisce con il 2% del costo totale del debito. Il credito di 30 milioni rappresenta il 30% (0,3) dell'indebitamento, paga un tasso di interesse del 12% che è equivalente al 3,6% del costo totale e infine il credito di 50 milioni rappresenta il 50% (0,5) dell'indebitamento, paga un tasso di interesse dell'8% e contribuisce per il 4% al costo del debito.

Il 9,6% è una media ponderata del costo delle passività finanziarie che possono essere prestiti bancari, obbligazioni e / o qualsiasi altro meccanismo di finanziamento che abbia un tasso di interesse.

L'aliquota fiscale tx entra nell'equazione per incorporare lo scudo fiscale, cioè il risparmio fiscale che si ottiene grazie al pagamento degli interessi sul debito. Quando il pagamento degli interessi aumenta, il profitto prima delle tasse diminuisce e quindi le tasse pagate si riducono. Per aggiungere questo risparmio al modello, quello che fai è moltiplicare il costo del debito per 1 meno l'aliquota fiscale.

Seguendo l'esempio, se l'aliquota fiscale è del 30% sul profitto e il costo del debito è del 9,6%, il costo dopo lo scudo fiscale sarebbe del 9,6% * (1-30) = 6,72%. L'azienda risparmia il 2,88% del tasso di interesse grazie a un minor pagamento delle tasse.

Ke: È il costo del capitale che si riferisce a “quanto” gli azionisti dovrebbero richiedere per il loro investimento; Per il suo calcolo vengono utilizzati modelli come il CAPM o il Fama-Frech. Per quanto riguarda il costo del capitale, si potrebbe pensare che queste risorse non abbiano alcun costo in quanto l'azienda non è obbligata a pagare per il loro utilizzo, ma in realtà gli azionisti si aspettano un ritorno su questo investimento.

Affinché il costo sia coerente con la realtà, gli azionisti devono essere consapevoli dei rischi che si assumono perché maggiore è il rischio che dovrebbero richiedere un rendimento maggiore.

Quando un investitore investe in una società, il rendimento atteso deve compensare i seguenti rischi:

Il tasso di interesse per il rischio che altro non è che il costo opportunità di investire in uno strumento senza rischio come i titoli di debito pubblico.

Il rischio assunto partecipando a un determinato settore. Non è lo stesso essere nel settore alimentare, nel settore finanziario o nel settore petrolifero. Ognuno ha un diverso livello di rischio e rendimento.

Il rischio associato alla struttura del capitale della società. Maggiore è il debito, maggiore è il rischio e quindi maggiore è il rischio assunto.

Vediamo un altro esempio, per capire meglio cosa è stato sollevato.

Ai fini di questo esercizio ipotizzeremo un tasso di interesse del 12%.

Abbiamo i seguenti componenti che ci danno la percentuale di partecipazione al debito e al capitale proprio.

Equity / (Debt + Equity); Calcola la percentuale che l'azienda è finanziata con il capitale.

Mentre;

Debt / (Debt + Equity) ci dice la percentuale di finanziamento che corrisponde alla passività finanziaria con il costo. La somma di queste due componenti deve essere 100%.

Immaginiamo che l'azienda abbia una passività finanziaria di 100 milioni e un patrimonio netto di 50 milioni. Con queste cifre la percentuale di finanziamento che corrisponde al debito è 100 / (100 + 50) = 67% e in equity sarebbe 3% o 50 / (100 + 50).

Con tutte le variabili ora calcoliamo il WACC.

In sintesi, il WACC o costo medio ponderato del capitale è dell'8,46% che deriva dalla somma ponderata dei costi di fonti di risorse, capitale proprio e debito. Il debito al netto delle imposte costa il 6,72% e rappresenta il 67% delle risorse totali, quindi contribuisce per il 4,5% al ​​costo totale delle fonti di finanziamento. L'equity con un costo del 12% e una partecipazione del 33% contribuisce per il 3,96% al costo totale.

Per concludere, possiamo dire che il Calcolo del WACC o Costo Medio Ponderato del Capitale, ci indica e ci aiuta a conoscere il livello di rischio di un progetto o di un'azienda e il rendimento che ci aspettiamo di ottenere. Se vuoi saperne di più sulle questioni finanziarie visita Rankia Italia e lascia un commento.


bolsa italia
Guida raccomandata

Guida di come investire in borsa

Come investire nel mercato azionario da zero. Scopri tutto e decidi il tuo stile di investimento.

Scaricare gratis

Lascia un commento

Sii il primo a commentare!
Commento

Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy