Cos'è una candela giapponese? | Rankia: Comunità finanziaria

Cos’è una candela giapponese?

La candela giapponese è una figura che rappresenta il movimento del prezzo di un bene. Mentre la linea mostra solo un'istantanea del prezzo in un certo momento. La candela giapponese ci mostra quattro diversi prezzi per un dato periodo di tempo: Prezzo alto, prezzo basso, prezzo aperto e prezzo di chiusura. Oltre al colore, che ci dà molte più informazioni visive se il prezzo è salito o sceso. Questo li rende più probabili in relazione a un grafico a barre.

candela giapponese

Una candela consiste in un “corpo” rettangolare con una “ombra” superiore in forma di linea verticale sopra il corpo che indica un prezzo alto e una “ombra” inferiore in forma di linea verticale sotto il corpo che indica un prezzo basso. Se non ci sono ombre sulla candela, è perché i prezzi alti e bassi coincidono con l'apertura e/o la chiusura.

I prezzi di apertura e di chiusura sono rappresentati dalle estremità del corpo. Puoi dire dove sono l'apertura e la chiusura dal colore della candela. Quando il prezzo di apertura corrisponde al prezzo di chiusura, la candela è neutrale. Come regola generale, si usa il verde quando la candela è rialzista e il rosso quando è ribassista. Tuttavia, si possono usare altri colori, come il bianco e il nero, o quello che usiamo per il nostro grafico.

L'unità di tempo è più comunemente usata per misurare le candele. Questo significa che una candela rappresenta i prezzi su un periodo di tempo specifico, che può essere di 1 minuto, 5 minuti, 1 giorno, 1 settimana, o un periodo di tempo specificato.

Ci possono essere anche altre unità di misura, come il valore commerciale. Queste candele riflettono il numero di scambi o tick e possono essere configurate in intervalli di tick in modo che ogni candela sia 10, 20, 50 o scambi che assegniamo.

Come abbiamo detto prima, le candele giapponesi rappresentano la psicologia del mercato in un certo periodo di tempo. Per la speculazione nel trading intraday, le candele con durate molto più brevi di 1, 5 e 10 minuti possono essere utilizzate in attività molto liquide dove ci danno ancora informazioni affidabili.

Background: perché questi portacandele sono chiamati candele giapponesi?

L'origine di queste figure, come suggerisce il nome, viene dal Giappone. Nel XVII secolo, Osaka, allora capitale del paese, si sviluppò come centro commerciale grazie alla sua apertura al mare e alla sua buona posizione. Questo ha portato alla centralizzazione del principale prodotto della regione, il riso, a Osaka, trasformando il mercato del riso in un mercato nazionale. Da allora, i commercianti hanno fatto salire il prezzo del riso in un mercato continuo. A causa della bassa valutazione della moneta, il mercato del riso divenne un luogo di scambio e di pagamento dove i contadini potevano vendere il loro futuro raccolto e i ricchi commercianti con eccedenze potevano depositare il riso contro le ricevute. Così furono creati i primi strumenti finanziari al mondo e il mercato del riso divenne il primo mercato di futures al mondo.

Per questo motivo, è iniziata la speculazione sui sacchi di riso, e i grafici che riflettono il prezzo del bene hanno guadagnato peso. Un commerciante di nome Munehisa Honma iniziò a prevedere i futuri cambiamenti del prezzo del riso utilizzando l'analisi tecnica giapponese a candele.

Fu solo dopo la seconda guerra mondiale, quando l'accesso ai mercati finanziari globalizzati divenne più facile, che il grafico a candele iniziò ad essere usato dai trader di tutto il mondo. La divulgazione delle candele giapponesi e il loro posizionamento sui grafici è avvenuta solo pochi decenni fa, quindi l'analisi delle candele giapponesi è relativamente nuova per i mercati occidentali.

Steve Nison è considerato il grande guru dell'uso delle candele giapponesi nell'analisi tecnica e colui che più ha influenzato la divulgazione delle candele giapponesi nei mercati occidentali.

Supporto e resistenza con le candele giapponesi

Le candele sono anche particolarmente utili per trovare supporto e resistenza. Nell'analisi tecnica, si dice spesso che i prezzi hanno una memoria. Supporto e resistenza ci permettono di trovare zone di acquisto e di vendita su cui costruire le nostre posizioni.

guida base alle candele giapponesi
Guida raccomandata

Guida base alle Candele Giapponesi

Impara tutte le basi sulle candele giapponesi nella nostra guida gratuita.

Scarica gratis

Riconosciamo queste zone quando vediamo che il prezzo sta lottando per superare una certa zona. Le candele giapponesi sono uno strumento che ci permette di vedere il verificarsi di supporto e resistenza meglio di altre rappresentazioni grafiche.

Se vediamo più ombre superiori che hanno raggiunto lo stesso o simili picchi causando un cambiamento di tendenza, possiamo vedere la resistenza al prezzo alto che quelle candele hanno raggiunto. Al contrario, se vediamo più ombre inferiori che hanno raggiunto gli stessi minimi o simili, causando un cambiamento di tendenza, possiamo vedere un supporto ai minimi di prezzo di quelle candele. Più le candele confermano la difficoltà di passare un certo prezzo, più importante è il supporto o la resistenza.

Il supporto o la resistenza sono considerati “rotti” quando c'è un numero significativo di candele che hanno superato il prezzo in una fila. Quando questo è il caso, il supporto diventa resistenza e la resistenza diventa supporto. Questo è fortemente considerato nella pianificazione commerciale quando si fissano gli obiettivi.


Guida forex
Guida raccomandata

Guida Forex: Come iniziare nel Forex da zero

Come fare trading sul Forex e molto di più! La nostra guida gratuita ti darà tutte le informazioni di cui hai bisogno per fare trading e ti preparerà a fare trading intelligente!

Scaricare gratis

Lascia un commento

Sii il primo a commentare!
Commento

Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy